mani pizzaiolo

Non esiste il miglior pizzaiolo d’Italia, tanto meno in senso assoluto del mondo! Non credete a certe classifiche, vediamo perché. 

Ogni anno ci sono dei giornalisti che si divertono a stilare una classifica dei migliori pizzaioli, eleggendo di conseguenza anche il miglior pizzaiolo d'Italia e del mondo. 

Tutto lecito per carità ognuno e' libero di fare le proprie classifiche secondo il suo giudizio personale ma purché non cerchi di spacciare come verità assoluta i suoi gusti personali. Il giornale "Rolling Stone"  ad esempio che nel campo musicale e' una vera autorità quando fa la classifica dei migliori musicisti mette la dicitura "secondo Rolling Stone". I giornali tipo "La Repubblica" che ha pubblicato la notizia con il titolo "Ecco chi e' il miglior pizzaiolo del mondo" avrebbe invece dovuto specificare che questa classifica non è unanime ma è fatta secondo il personale giudizio di questi 3 giornalisti napoletani (che per altro hanno aperto un blog da meno di un anno).

Ricordate sempre che i giornali ed i giornalisti spesso non danno notizie fondate peggio ancora alcuni diffondono le cosiddette “fake news” ed a volte hanno un secondo fine nel divulgare le notizie. Vi faccio un esempio qualche anno fa l'attore Paolo Calabresi telefonò alla direzione del Milan fingendosi il manager dell'attore Nicolas Cage, chiedendo 2 biglietti per andare a vedere la partita Roma - Milan, loro ci credettero senza verificare, gli mandarono i biglietti per la tribuna e Galliani divulgò la notizia a giornali e televisioni che Nicolas Cage sarebbe stato presente alla partita. Il giorno dopo i giornali e televisioni scrissero che Nicolas Cage era stato presente alla partita pubblicando anche una foto del finto Nicolas Cage presente in tribuna vip. I giornali pubblicarono una notizia falsa senza verificarla e tutti quelli che lessero il giornale ci credettero. Ecco questo è solo un esempio per farvi capire il potere che hanno i media ma non significa che tutto quello che leggete sia vero. Torniamo alla notizia della classifica dei migliori pizzaioli d'Italia dietro a questa operazione della classifica dei migliori pizzaioli d'Italia che a mio avviso e' solo un'operazione commerciale, ci sono sicuramente ben altri interessi che il solo amore per la pizza. Iniziamo a ragionare su un primo fatto: secondo voi 3 giornalisti si mettono a girare l'Italia ad assaggiare pizze, sostenendo spese di viaggio ed altro senza nessun interesse economico? Chi li paga i loro costi di viaggio? Seconda cosa: in Italia ci sono migliaia e migliaia di pizzerie, secondo voi è possibile che le hanno provate tutte? La risposta l'avete già. 

Ai primi posti di questa classifica poi stranamente da anni ci sono sempre gli stessi pizzaioli napoletani e casertani che si alternano ad i primi posti, i primi a non essere campani sono pizzaioli che gia' altre volte sono stati menzionati dai giornali o in qualche convegno sulla pizza gourmet, quindi anche lì i soliti nomi. Conosco bravissimi pizzaioli napoletani e di altre regioni che non sono mai stati nominati che nulla hanno da meno a chi ha vinto questa classifica o a chi è arrivato ai primi posti, posso dirlo perché ho mangiato sia gran parte delle pizze dei pizzaioli che sono stati messi in questa classifica che quelle di questi altri pizzaioli non in classifica. 

C'e' da aggiungere anche che di questi grandi pizzaioli che ogni anno sono elogiati in questa classifica ormai molti di loro sono passati al ruolo di imprenditore e meno della metà di loro sta ogni sera davanti al forno a fare le pizze. Se non ci credete andate in queste prime dieci pizzerie un giorno qualunque della settimana e vedete con i vostri occhi se i primi dieci di questa classifica stanno facendo le pizze, quindi il merito della bontà della loro pizza dovrebbe essere dato ai pizzaioli dipendenti di queste pizzerie che realmente fanno le pizze al posto loro, questo è quello che penso. 

Un'altro dei motivi per cui non può essere eletto il miglior pizzaiolo d'Italia o del mondo è che in ogni zona d'Italia e specialmente del mondo ci sono gusti diversi in fatto di pizza. In molte zone ad esempio piace la pizza sottile, in altre più alta e croccante, in altre lo stile napoletano, quindi come si fa ad eleggere (come hanno fatto questi giornalisti), un pizzaiolo che fa stile napoletano come il miglior pizzaiolo del mondo in senso assoluto? Se il pizzaiolo nominato come il migliore del mondo da questi tre giornalisti aprirebbe una pizzeria in altre zone d'Italia o del mondo dovrebbe adeguarsi ai gusti della gente oppure non sarebbe certo considerato il migliore della zona perché ci sono zone d’Italia ad esempio dove la pizza napoletana non è la più apprezzata. Secondo me quindi avere la presunzione di eleggere il miglior pizzaiolo d'Italia significa due cose: o essere presuntuosi o non conoscere  veramente i gusti in fatto di pizza di tutte le zone d'Italia. Non si può nemmeno dire che il miglior pizzaiolo d'Italia sia anche il miglior pizzaiolo del mondo visto le numerose pizzerie che ci sono al mondo e sarebbe impossibile poterle giudicare tutte, inoltre la città al mondo che consuma in assoluto più pizza stimata è San Paolo del Brasile dove certo non mangiano pizza stile napoletano.

Altre cose alquanto strane di questa classifica è che seppur vengono menzionate pizzerie di tutte le regioni tanto per dare la parvenza di una vera classifica nazionale in molte regioni piccole tipo ad esempio l'Umbria ci sono in classifica pizzerie che non sembrino essere realmente le migliori del posto, solo per citare un esempio a Perugia hanno messo come miglior pizzeria un bar che fa anche pizza al taglio tralasciando vere rinomate pizzerie della città, cosa che non denota una certa professionalita' da parte di chi è andato a giudicare (se poi realmente c'è andato e non ha solo guardato da casa le recensioni da Trip advisor o consigli di amici). I 3 giornalisti dicono che hanno selezionato 900 pizzerie in cui sono andati 107 ispettori in incognito a provarle, allora perché per la trasparenza non pubblicano la lista di tutte le 900 pizzerie che avevano selezionato, i nomi dei 107 ispettori che ci sarebbero andati ed il metodo di giudizio che hanno utilizzato? E perché non dichiarano per quale motivo la pizzeria che ha vinto sarebbe per loro in assoluto la migliore di tutta Italia? Cosa avrebbe di cosi' particolare in più degli altri quel pizzaiolo? Visto il modo di come hanno fatto la classifica credo che i tre giornalisti sapevano già dall'inizio su quali pizzaioli si sarebbero basati per eleggere i primi 10 della lista e per dare una parvenza di vera classifica hanno riempito molti posti della classifica basandosi su commenti trovati su Trip advisor e chiedendo qualche nome da mettere a qualche amico giornalista sparso qua e là in Italia che a loro volta hanno fornito nomi basandosi su pizzerie che a loro parere erano buone senza realmente andare a provare tutte le pizzerie della zona. 

Se poi aggiungiamo che la classifica delle migliori pizzerie d'Italia viene fatta da 3 napoletani non credo che potrà mai vincere ad esempio un pizzaiolo di Treviso se fa uno stile di pizza croccante ad esempio. A mio parere non credo che nessuno dei 3 giornalisti si sia preso la briga di andare a degustare una pizzeria a 700 km di distanza da Napoli che secondo il loro metodo di giudizio se non fa un'impasto stile napoletano non sarebbe da loro considerata una vera pizza. Se proprio volevano fare una classifica i 3 giornalisti l’unica cosa che potevano fare era una loro personale classica delle migliori pizzerie di Napoli e dintorni tralasciando manie di grandezza e la presunzione di classificare le migliori pizzerie d'Italia o del mondo. Cari lettori ragionate sempre con la vostra testa e non lasciatevi condizionare dal giudizio personale di chi scrive articoli nei giornali perché non sono mai la verità assoluta, ed in questo caso occhio alle "bufale" perché il miglior pizzaiolo d'Italia in senso assoluto non esiste, tanto meno in assoluto il miglior pizzaiolo del mondo.

Arturo Mazzeo
Presidente Pizza Italian Academy

Iscriviti alla Newsletter

e ricevi gratis il mini e-book "I Maestri della Pizza Vol. 1"

Il libro di pizza piu' venduto in Italia

  ho letto e accetto la privacy policy


Chiama

Scrivi

WhatsApp